sala V

fulgore della notte

romanzo

Fulgore della notte

© Hiva Sharifi \ Unplash

« Un libro di magia, e la magia è la scrittura avvolgente. Se entri, preparati a fare i conti con il mistero e la prepotenza dei miracoli. Se hai anche la fortuna di uscirne, torni a casa con un sorriso »
— gian luca favetto

ebook

Download gratuito


e-pub

mobi


il sabbatico \ rainews24

Presentazione di "Fulgore della notte" \ 1:50

ADIAPHORA EDIZIONI

Romanzo
2019, pp.214
ISBN 978-88-99593-22-3

Gordon Wilson non si sarebbe dovuto trovare in quella casa. Inebriato dal fascino di una sconosciuta, così simile a sua moglie, dà inavvertitamente vita a un incendio che farà scivolare nella realtà la sinuosa figura di una tigre. Gordon fugge, lasciando la propria famiglia disorientata. È un passaggio di testimone, quello con la figlia Liz, che da Bristol raggiunge Londra alla ricerca del padre, per scoprire antichi prodigi e svelare i misteri degli Wilson.

Passato e presente si intrecciano nella simbologia della specularità. Un viaggio fatto di incontri bizzarri con personaggi eterei, in equilibrio tra il mondo del visibile e quello dell’invisibile, tra l’universo tangibile e quello dell’immaginazione. Un cammino esistenziale, fisico, letterario, con incursioni nel poetico.

recensioni

«Una tigre di fuoco»
Corriere della Sera

«Visibile e invisibile si rincorrono di continuo nella storia di Viel, in modo musicale e accattivante, dalla scatola donata dalla nonna che contiene l’eredità di famiglia alla tensione verso l’assoluto cui tendono tutti i componenti della famiglia Wilson»
Il Piccolo

«Leggere Fulgore della notte è una sorta di viaggio attraverso le sinuose volute di una scrittura incantata e incantevole»
Thrillernord
«Saziatevi di magia e bellezza. Immaginate e lasciate che il fulgore della notte irrompa in voi»
Les fleurs du mal
«Scritto in maniera magistrale»
Iris e Periplo Review
«Attraversiamo molti misteri e magie: il consiglio è di lasciarsi trasportare, consapevoli che la resistenza a immaginare è una rinuncia a vedere»
Il Giornale di Brescia

«Questo romanzo sarà una piacevolissima scoperta: un’esperienza immersiva e sorprendente, un sogno lucido dal quale ci si risveglia con la soddisfazione di aver assaporato un piccolo gioiello della letteratura contemporanea»
Periodico Daily
«Un libro incredibile»
Piume di Carta
«La scrittura di Omar Viel è la vera protagonista di questo romanzo denso e immaginifico; una scrittura elegante, poetica»
Sul Romanzo
«Sarà un viaggio che non dimenticherete facilmente»
C-Side Writer

versi nel romanzo tradotti dall'autore

The chasm in which the sun has sunk is shut
By darkest barriers of cinereous cloud,
Like mountain over mountain huddled – but
Growing and moving upwards in a crowd,
And over it a space of watery blue,
Which the keen evening star is shining through.
L’abisso che ha inghiottito il sole è accerchiato
Dalle più nere cortine di una nube cinerea
Simile a un orizzonte di monti ammantato –
Si espande, però, e ascende sempre meno aerea,
In vetta uno squarcio azzurro mare
Che la stella della sera attraversa e fa brillare.

da Percy Bysshe Shelley, Evening: Ponte al mare, Pisa

I met a lady in the meads,
Full beautifull - a faery’s child,
Her hair was long, her foot was light
And her eyes were wild.
Incontrai una dama nei prati,
fulgida bellezza - la figlia di una fata,
la sua chioma era lunga, il suo piede leggero
e la sua vista ammaliata.

da John Keats, La Belle Dame sans Mercie

Tyger! Tyger! burning bright
In the forests of the night
Tigre! Tigre! che brilli e bruci
Nelle foreste senza luci

da William Blake, The Tyger

Fade far away, dissolve, and quite forget
What thou among the leaves hast never known
Dissolvere nelle lontananze, svanire e tutto scordare
Quello che tra le foglie tu non hai mai conosciuto

da John Keats, Ode to a Nightingale

God of the meridian!
And of the east and west!
To thee my soul is flown,
And my body is earthward press’d
Dio del meriggio!
E del tramonto e dell’aurora!
A te la mia anima è volata,
E il mio corpo a terra è ancora

da John Keats, God of the meridian